AFRO DAOLIO. L'UOMO E LA TERRA

AFRO DAOLIO. L'UOMO E LA TERRA

Promossa da Fondazione Archivio Antonio Ligabue di Parma

A cura di Gianfranco Ferlisi e Marzio Dall'Acqua

Selezione opere ed organizzazione di Augusto Agosta Tota

Patrocinata da: Centro Studi & Archivio Antonio Ligabue di Parma, Provincia di Mantova, Comune di San Benedetto Po, I Borghi Più Belli d'Italia.

EX REFETTORIO MONASTICO

SAN BENEDETTO PO (MN), PIAZZA MATILDE DI CANOSSA 9

22 aprile - 24 giugno 2018

Nell’immensità del Refettorio monastico sarà possibile, per il visitatore attento, perdersi nella beltà delle nature morte, nei paesaggi incantati, nei luoghi speciali di vita quotidiana, tutti accomunati dal denominatore comune che appartiene ad un artista atipico, in grado di giocare costantemente sul crinale di un realismo irreale, ad alto contenuto metaforico e metafisico-simbolico. In sostanza, in questo spazio espositivo straordinario, gli oltre cinquant’anni di pittura di questo autore alimentano, in una sintesi felice, un dialogo costante, tra arte pittorica moderna (con connotati metafisici) ed antica, approdo obbligato del resto per questo “nostro” pittore padano vista la sua naturale ed istintiva passione per lo studio dell’Arte a tutto tondo, nelle sue disparate e molteplici forme.

MUSEO DELLA FOLLIA. DA GOYA A MARADONA

MUSEO DELLA FOLLIA. DA GOYA A MARADONA

NAPOLI, Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta

3 dicembre 2017 – 27 maggio 2018

 

Arriva a Napoli, nella ritrovata Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, la nuova attesissima edizione del “Museo della Follia. Da Goya a Maradona”.

La mostra itinerante – a cura di Vittorio Sgarbi, realizzata da Cesare Inzerillo, Giovanni Lettini, Stefano Morelli e Sara Pallavicini - si snoda in un percorso eterogeneo di oltre 200 opere tra dipinti, fotografie, sculture, oggetti e istallazioni multimediali sul tema della follia.

“Entrate, ma non cercate un percorso, l’unica via è lo smarrimento”. È questa la condizione ideale per affrontare l’intimo rapporto tra arte e follia che si snoda nel labirinto sensoriale del Museo.

ANTONIO LIGABUE. LO SPECCHIO DELL'ANIMA

ANTONIO LIGABUE. LO SPECCHIO DELL'ANIMA

Promossa da Fondazione Archivio Antonio Ligabue di Parma, Fondazione Cavallini Sgarbi, Museo Statale Centrale della Storia Contemporanea della Russia, Istituto Italiano di Cultura diretto dalla Dott.ssa Olga Strada e Centro dei Festival Cinematografici e dei Programmi Internazionali diretto dalla Dott.ssa Tatjana Shumova.

A cura di Marzio Dall'Acqua e Vittorio Sgarbi

Selezione opere ed organizzazione di Augusto Agosta Tota

Patrocinata da: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Senato della Repubblica Italiana, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Camera di Commercio Italo-Russa, Ministero della Cultura della Federazione Russa, Associazione Culturale Russia Emilia Romagna ed Ambasciata Svizzera.

MUSEO STATALE CENTRALE DELLA STORIA CONTEMPORANEA DELLA RUSSIA

MOSCA, TVERSKAYA STR., 21

25 gennaio - 11 marzo 2018

Per la prima volta in Russia, si celebra il genio di Antonio Ligabue, presentando l’opera di uno dei maggiori protagonisti dell’arte italiana del XX secolo attraverso un’ampia selezione di celebri oli e alcune delle più intense sculture. Una mostra serrata, intensa che presenta l’arte di questo genio visionario sempre in evoluzione, la sua appassionata ricerca che sapeva inventare e rinnovare usando colori violenti e comunque armonici nella loro pressante suggestione emotiva, proponendo un’iconografia insieme popolare e raffinata.